Coronavirus- creiamo PONTI non contrapposizioni! il virus esiste, ma non è come lo dipingono

I MIEI PENSIERI  E UNA RACCOLTA DI TESTIMONIANZE SUL CORONAVIRUS (COVID-19)  Aggiornato al  14 Novembre

A luglio l’articolo era basato su quello che avevo capito ma le fonti che si reperivano i rete erano poche . Ora le  fonti sono  molte di più  e in gran parte confermano quanto avevo già detto.  Cerco di aggiornarlo puntualmente con quanto raccolgo in rete.

Il virus esiste, è cattivello,  ma non è come l’aviaria, la spagnola o la SARS . Le percentuali di morte sono dello 0,3-0.6%  e la contagiosità è obbiettivamente limitata rispetto all’influenza.  Se viene gestito con i giusti farmaci  da subito è curabile bene anche con gli individui più deboli..

In un primo momento il suo impatto è stato devastante, perché non si sapeva  proprio come curarlo.  Anche se qualcuno che aveva capito c’era ma non è stato ascoltato.

Le azioni messe in atto dallo stato sono state pallidamente adeguate solo per una primissima fase di poche settimane dove non si sapeva cosa stesse succedendo.    Errare è umano perseverare diabolico 😈  …

Ad oggi 14/11 è chiaro che ci si è concentrati  su un sacco di cose inutili senza  ancora a tutt’oggi ciò che era  indispensabile : educare alla prevenzione,  presidiare il territorio, dare linee guida oneste sulla cura.

In questo articolo vi porto le varie evidenze scientifiche  e testimonianze di medici sull’argomento.  Disponibile anche ad aggiornare con nuovi input da parte vostra

Inoltre vi racconto  come affronto io la situazione, rinforzando il sistema immunitario dei miei cari.

Il mio intento è solo quello di rendervi maggiormente consapevoli,  portando argomenti che allontanano dalla paura e dalla rabbia  che ai livelli a cui è arrivata, blocca il buon funzionamento del sistema immunitario. 

  E di creare un ponte tra due fazioni che non dovrebbero esistere. Perché è meglio, anche se più complesso, analizzare l’argomento nelle sue tante sfaccettature piuttosto  che prendere parti e parlare a slogan.  Non è una partita di calcio!

Premetto, conosco bene virus e batteri grazie alla mia laurea in Biotecnologie, leggo e mi informo molto anche in inglese, chiacchiero e faccio le domande giuste a molte persone, anche a chi fuori dall’Italia ha info più complete.

Mi asterrò da ogni considerazione su interessi economici e necessità di deprimerci e comprimerci,  anche perché c’è molto da dire dal punto scientifico, nonostante ritenga che  queste sono il motore del tutto.

CONSIDERAZIONI GENERALI SULLA SITUAZIONE ODIERNA

  1. Il lockdown è stato utile per rallentare il picco iniziale e capire come curare la malattia. Ma a detta di un medico rianimatore dell’ospedale Giovanni XXIII di Bergamo bastavano 3 settimane..  Dati statistici alla mano paesi che non  hanno fatto il lock down hanno avuto  risultati come i nostri. Inoltre il lock down è decisamente devastante a livello piscologico ed  economico per la popolazione più debole  e il danno è largamente  maggiore del beneficio.
  2. E’ giusto e corretto che chi sta male se ne stia a casa a curarsi e non vada in giro Nel rispetto degli altri e di sé stessi. Questo per tutte le malattie.
  3. I virus, tutti, per loro stessa natura non si fermano fino che la quasi totalità della popolazione non è immune. Mettono in campo strategie incredibili per sopravvivere. E’ probabile che lo faremo tutti in maniera asintomatica o non. Solo il ns sistema immunitario può prevenire realmente e aiutarci. E il sistema immunitario si può sostenere ma nessuno ci educa a questo
  4. I virus a RNA come il Covid-19 sono molto mutageni quindi a detta degli esperti, quelli che non hanno interesse economico a riguardo, è impossibile avere un vaccino efficace. E in ogni caso come per tutti i vaccini, l’immunità é decisamente inferiore rispetto a quella che crea la malattia. Per di più  il vaccini Moderna dagli stati uniti, ci rende degli OGM, perchè si integra nel nostro DNA (vedi video punto 22)
  5. Per la stessa mutagenicità é possibile che le persone si reinfetteranno, quindi di nuovo o si migliora la reattività del nostro corpo o non ne usciamo.
  6. La mascherina aiuta solo in maniera molto limitata, é pensata x evitare spargimento di gocce infette. D’altro canto ci fa respirare in quantità importante la nostra aria appena emessa ricca di anidride carbonica ed eventualmente di virus peggiorando di molto la situazione  come viene spiegato bene in questo video viene poi detto quello che pensavo ma che non  avevo  il coraggio di affermare indipendentemente le mascherine ti portano a peggiorare la situazione in presenza di un minimo di carica virale.  Un assoluto NO  dal mondo scientifico per all’uso delle mascherine all’aperto. Servono 15 minuti di vicinanza perchè si  vada incontro a un’infezione.
  7. I dati statistici che ci propongono non sono significativi . L’unica maniera di guardare i dati é la % di morti di questo periodo verso la % di morti del medesimo periodo degli anni precedenti. E gli stati devono essere paragonati in % sulla popolazione…Ma si sa in pochi masticano i numeri e SEMPRE i numeri vengono utilizzati per pigliare per il naso la gente. Quindi il grafico che ho messo come immagine preso dal sito “The Economist”( https://www.economist.com/graphic-detail/2020/07/15/tracking-covid-19-excess-deaths-across-countries) mostra  Mortalità 2020 verso la media dei precedenti anni. Un po’ più tosta in Messico e Ecuador peggio della Lombardia credo ( +100% il cumulato ad Aprile). Interessante notare che l’Italia non sembra fornire più numeri aggiornati da un po’ The economist Statistiche covid
  8. Statistica Italia: da quanto ho verificato il dato a inizio maggio dei morti era del 41% in più su tutta Italia e del 100% in più sulla Lombardia Quindi i morti per influenza, nel momento focale si sono raddoppiati in Lombardia non stiamo parlando della peste bubbonica o della cosiddetta spagnola..
  9. Il numero di morti elevati  a marzo/aprile è stato creato in primis alle cure sbagliate iniziali. Non sono state fatte autopsie da subito, erano state espressamente vietate, e  vi  erano indicazioni di come come curarli. Ma in questo video si dimostra che qualcuno a Marzo aveva già il dott. Pierluigi Viale aveva già le idee chiare  e  a Bologna   applicava la giusta terapia. Ma  è stato ignorato Qui le indicazioni che dava già a Marzo LINK
  10. Ad oggi (14/11) i medici  non hanno ancora delle linee comuni con cui curare i pazienti, ma molti stanno facendo del loro meglio per fare quanto possono, fortemente osteggiati dal sistema che invece di sostenere rema contro. I video di Scardovelli,  psicoterapeuta e giurista,  affiancato da vari medici spiegano bene che questa è una situazione da denuncia che lui intende portare avanti
  11. I medici lo hanno detto, sono maggiormente colpite le persone con stato infiammatorio elevato, ovvero quelli pieni di tossine nel corpo,  ma  la sanità e lo stato non danno indicazioni di come disinfiammarsi e disintossicarsi.
  12. il numero di morti in Lombardia è più elevato che nelle altre Regioni a causa di una popolazione più anziana e tenuta insieme dai farmaci ( vedi punto 11) e a causa dell’inquinamento e dello stress ( vedi sempre punto 11)
  13. Medici di famiglia bravissimi hanno curato bene pazienti con l’idrossiclorochina.(post su FB) Certo la cura é lunga, dobbiamo solo capire che a volte capita che dobbiamo fermarci e curarci. Un bell’insegnamento da parte del virus. AGGIORNAMENTO: Oggi 28 Agosto ho voluto sbirciare il protocollo sanitario della regione lombardia. E’ di marzo e si parla di clorichina. Link al protocollo Link al protocollo . Certo capisco che servano delle valutazioni di base sul paziente prima dell’utilizzo, ma mi è sembrato di capire dalle parole dei medici che la valutazione sia fattibile e per niente restrittiva. Poi ho letto una serie di articoli scientifici relativi alla Regione Toscana che raccolgono studi clinici: Inizialmente l’utilizzo della clorochina sembrava non dare significativo miglioramento. Probabilmente era utilizzata in maniera non corretta affiancata a altre terapie che portavano peggioramenti. Lo studio Greco recente indica invece che aiuta in maniera significativa, come già avevano capito i medici succitati.  Qui parlano anche del fatto che l’idrossiclorochina  funziona e non fa male. Inoltre ad oggi sono stati identificati altri farmaci di sostegno per le fasi più avanzate.
  14. E’ stato scientificamente dimostrato nel mese di ottobre da una ricercatrice dott.ssa Elena Campione dell’Università di Torvergata che la Lattoferrina  blocca l’infezione da COVID. Se preso agli esordi in 10 giorni scompaiono i sintomi, in altri 10 il tampone si negativizza. L’effetto benefico era già noto a molti, compresa la mia erborista. Ora è provato quanto è decisivo
  15. Molte persone lo hanno passato in maniera asintomatica, perché hanno un buon sistema immunitario. Una mia amica con i figli ha vissuto accanto al marito malato e né lei né i bambini se lo sono preso. Aggiornamento del 28 Agosto. Ho scoperto che il coronavirus si manifesta anche con eruzioni cutanee di varia natura punto Ecco cosa erano quelle strane piccole herpes durate qualche giorno sul mio corpo a giugno! Niente In tutto solo 5. Mai avuto niente di simile È probabile che anch’io abbia incontrato il virus Ma la cosa si è risolta senza altri sintomi in pochi giorni
  16. I risultati dei tamponi sono inaffidabili sia positivi che negativi. Questo oltre a creare non pochi disagi agli interessati, aumenta il caos dei numeri sparati per monitorare la diffusione del virus. Ad oggi (14/11) mi sembra che le risposte dei tamponi siano più coerenti e le procedure siano state migliorate. Ho letto qualcosa a riguardo sulla Spagna. hanno diminuito i cicli di PCR per passare da un’analisi qualitativa  (1 frammento= malato)  a una quantitativa (molti frammenti=malato). Certo vengono rilevati come positivi anche  persone che hanno i virus belli e morti nel naso.
  17. Esistono 2 tipi diversi di immunità Per questo virus la prima barriera é a livello delle mucose del naso mentre i test guardano solo al siero. L’articolo scientifico è in Inglese(https://www.biorxiv.org/content/10.1101/2020.05.21.108308v1)
  18. Sarebbe bello valutare il livello di copertura di immunità della popolazione. Questo viene fatto per tutte le malattie infettive con i test sierologici rilevando la quantità di IgM e IgG. Le IgM indicano che la malattia è in corso o appena terminata, le IgM restano in memoria e dicono che uno ha contratto il virus o battere che sia. I dati del 10% (cumulato IgG e IgM) per l’Italia non sono realistici perché tengono conto solo dell’immunità a livello del sangue. (vedi punto 17)
  19. A parziale contraddizione del punto 18  non si capisce esattamente cosa questi test sierologici leggano… Ringrazio la soccorritrice che mi ha portato questa testimonianza: “4 dei nostri soccorritori si sono ammalati dichiaratamente di covid-19 ma sono tutti risultati negativi al test sierologico”
  20. Il punto 19 mi fa anche dire che anche noi abbiamo avuto esperienza diretta la febbre a 39.5-40 di una settimana di mia figlia a inizio febbraio e venti giorni di tosse incessante è probabilmente come sospettavo coronavirus. Si è salvata perché la ho curata in maniera naturale. Per fortuna allora nessuno parlava ancora di questo virus sennò l’ansia sarebbe salita e me la avrebbero curata con i risultati visti..
  21. Purtroppo, nelle persone curate male a marzo aprile  ci sono state evidenze di grandi segni lasciati sul sistema nervoso e organi dovuto alle trombosi create dal Coronavirus.  Ad oggi non ho indicazioni in merito e siccome sono sempre alla ricerca di aggiornamenti fatemi sapere se avete esperienze diverse e i dettagli di come sono stati curate le persone fatemelo sapere che mi interessa.
  22. Una domanda per i medici: ma se per tutti i pazienti avessimo evitato di dare antipiretici, privando le persone di un meccanismo così importante per la salute, e avessimo lasciato agire il sistema immunitario questi avrebbero avuto le stesse conseguenze? Aggiornamento  al  14/11 : il dott  Andrea Manera spiega  come l’uso della Tachipirina  sia devastante nel coronavirus, perchè blocca un componente fondamentale per disinfiammare. LINK
  23. Purtroppo, di fronte a un problema ormai inconsistente, stiamo assistendo a un notevole aumento da morti dati da una gestione dispotica e terroristica di questa situazione:  54 suicidi da paura di COVID,  aumento del 30% degli infarti, trend di psicopatologie alle stelle. Il mio commento personale, e spero di sbagliarmi, è che mi attendo purtroppo proprio a partire da settembre anche un aumento del cancro. Sono le grandi paure vissute  in solitudine che portano a sviluppare  questa brutta malattia. Le altre sono solo concause.

 

COSA FACCIO PER ME E PER I MIEI CARI

 

1L-      Cerco di tenere basso il livello si tossine (vedi punto 10) link articolo tossine

2L-      Cerchiamo di mangiare in maniera completa e adeguata, badando di assumere sali minerali e vitamine in quantità dal cibo

3L-      In questo caso ai soggetti più deboli ho propinato abbondanti integratori, fitofarmaci, fermenti lattici per rinforzare il sistema immunitario. PERCHÉ CREDO CHE IL SISTEMA IMMUNITARIO SIA L’UNICO PRESIDIO UTILE DA TENERE SEMPRE FORTE E ATTIVO per questa e per tutte le malattie. A fianco a integratori con echinacea il soggetto debole in questione  ha preso vitamina C e D. Per il prossimo inverno inserisco anche lo zinco (vedi  post su FB del dottor Citro)  e la lattoferrina

4L-      Faccio in modo che non si alimentino paure in casa, educando il più possibile a non ascoltare le notizie o a saperle leggere in maniera corretta. Faccio anche in modo che le paure reali, quelle legate alla propria storia, non quelle indotte, emergano in maniera di affrontarle e di cacciarle via. la paura deprime il sistema immunitario

5L-      Nella stagione fredda cerchiamo di stare caldi, se prendiamo freddo facciamo subito un pediluvio caldo e soprattutto non mangiamo gelati fin che non c’è proprio caldo! Se io mangio in gelato di inverno il giorno dopo facilmente ho un inizio di raffreddore. Fateci attenzione è probabile capiti anche a voi!

6L-      Organizzo quanto più possibile gite e viaggi in natura, perché fa bene allo spirito e al sistema immunitario.

7L-      Da sempre, seguita da un medico, insegno ai miei cari a non utilizzare antipiretici. La febbre è il primo presidio e il più importante per attivare il sistema immunitario. E su questo punto trovo purtroppo un’ignoranza abissale ed e un punto basilare per la salute. Anch’io lo ignoravo e usavo antipiretici. Poi mi hanno spiegato. E da lì la mia salute in generale é migliorata drasticamente. Spero di poter fare lo stesso anche per un eventuale corona virus anche perché sfido qualsiasi medico a dirmi che é utile utilizzare antipiretici a prescindere..

8L-      Nonostante io sia una grande pigra faccio del mio meglio per fare attività fisica a tutta la famiglia..

 

Così spero che ce la siamo cavati lo scorso inverno e farò lo stesso il prossimo. Per il covid-19 o per qualsiasi altro virus o battere. Non ne sono sicura ma so comunque che avrò fatto del mio meglio!!

Chiedo anche a voi contributi costruttivi

Il livello di tossine nel corpo

Mens Sana in corpore Sano- I 7 livelli di malattia

Curare anima e corpo- Lo Shiatsu e il dott Adam

I 5 pilasti della salute e Un bel week-end in Montagna

Informazioni su Lisa Cambruzzi

Ciao! Trovi La mia Presentazione alla pagina MI PRESENTO! https://lacascinadellanima.it/lisa-cambruzzi/
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.