Il tuo rapporto è in crisi? Hai parlato con il tuo bimbo interiore?!

Tutto era perfetto, doveva essere la storia della tua vita…

Assieme avete sognato  un futuro meraviglioso…ma,  piano, piano, il sogno di una vita felice assieme si sta sgretolando a colpi di continue discussioni e bocconi amari.

La sequenza è sempre la stessa: ci si innamora, si passano mesi di bellissima follia e si tocca il cielo con un dito. Si disegna assieme un futuro fantastico,  poi si scende gradualmente a terra, ci si lega con una casa in comune, dei figli, una dipendenza economica  E sorgono le prime difficoltà serie,  le prime discussioni e a momenti non si riconosce più la persona di cui ci si era innamorati.  E ci si domanda in cosa  si è sbagliato e se abbiamo veramente scelto la persona giusta per noi.

Come mai accade  questo?  Il bimbo interiore

Artefice di tutto è il bimbo interiore che si affaccia all’inizio timidamente, poi sempre più insistentemente. Sta cercando nel rapporto amoroso di soddisfare una parte di sé che gli è stata negata nell’infanzia: fa i capricci, è inutilmente geloso e possessivo, a volte manipolatorio,  proprio come i bambini.  Risponde in maniera irrazionale e arrabbiata,  è piagnucolone e non sa che il rispetto è vitale per il rapporto. Cerca una mamma o un papà che  lo accudiscano. E il bimbo interiore ce l’abbiamo tutti, più o meno bisognoso, più o meno cresciuto a seconda delle esperienze di vita.

In una coppia spesso uno dei due ha dentro di sé un bimbo interiore maggiormente insoddisfatto che piange e sbatte i piedi perché deve essere ascoltato. La situazione è fortunata quando l’altro mette da parte il proprio bimbo interiore,  e si pone con amore in posizione genitoriale per dare spazio al compagno di risanare le proprie ferite. Se è  così,  la coppia si cementa in un amore profondo e duraturo. E a suo tempo, chi ha fatto da genitore, avrà anche spazio  per curare le proprie ferite, piccole o grandi che siano.

Se invece si incontrano due bimbi così bisognosi che nessuno dei due riesce a mettere da parte le proprie necessità per aiutare l’altro, la coppia è un vero disastro. Continueranno a farsi i dispetti e farsi del male fino a che l’unione non si rompe.

E la possibilità che si incontrino nella coppia già  persone mature e adulte? Le coppie così sono rare. Ho in mente degli amici che si sono incontrati in età matura, persone di gran spessore grazie alle forti esperienze di vita alle spalle. Si relazionano con gran rispetto, ma comunque anch’essi continuano un percorso di crescita assieme che scaturisce dal confronto quotidiano. Le coppie così sono rare semplicemente perchè, strano a dirsi,  spesso l’attrazione  è molto più forte tra persone che possono offrirsi l’un l’altro l’opportunità di crescere, proprio per la loro diversità.

Il significato del rapporto di coppia

Per poter avere un rapporto di coppia sereno e costruttivo, è fondamentale capire il vero senso del rapporto.

L’innamoramento e l’amore, la relazione a due ci sono posti dalla vita come massima opportunità per progredire. Solo chi ha coraggio di confrontarsi in un rapporto amoroso ha l’opportunità di crescere veramente.

Continuare a saltare da un rapporto all’altro, non legarsi mai a nessuno o ancora peggio chiudere il cuore a qualsiasi situazione amorosa è una scelta che ti porta a non crescere. A rimanere un eterno bambino, gioioso o imbronciato, ma sempre bambino. E si può anche decidere di rimanere tali finche ci si trova bene in questa situazione. Esserne coscienti aiuta

Se siete ancora illusi che l’erba del vicino sia sempre più verde, che altri vivano una situazione idilliaca e voi no, aprite gli occhi! Ciascuna coppia ha le sue difficoltà, diverse a seconda di quanto hanno già affrontato nella vita.

Tutto quanto detto potrebbe non piacervi, perchè ancora sognate la vita delle favole. Ed è giusto. Solo che la favola in questo mondo dovete conquistarvela!

Come vivere in maniera consapevole un rapporto di coppia?

La presenza a noi stessi è fondamentale: osservarsi in ogni momento nei nostri sentimenti ci porterà a capire e accogliere il nostro bambino interiore e a fare in modo di soddisfare i suoi bisogni. Quando è ascoltato e amato smette di essere prepotente e prevaricatore, ed è capace di ascoltare l’altro e accogliere i suoi bisogni.

E’ fondamentale inoltre ricordarsi, in ogni momento, che tutto quanto ci accade avviene proprio per darci opportunità di  osservare noi stessi. E’ probabile che quell’atteggiamento che non si sopporta nel partner scompaia  proprio quando io riuscirò a fare un mio click interiore. Ma come? Osservando il fastidio, la rabbia, la sensazione che mi provoca, ascoltandola profondamente, e ,se ci riesce, capendone il vero volto, dandole il suo vero nome.  Questo intendo per presenza, l’ascolto vigile e profondo di noi stessi.  E quando io ho fatto il mio click, anche l’atro è libero di progredire, spesso magicamente quella problematica non si presenterà più, semplicemente perchè non servirà più a stimolarci quella comprensione..  Si lo so non è così  scontato quanto sto dicendo. E ‘un cosa sottile.  Osservate e ve ne accorgerete!

E nel contempo impareremo ad osservare l’altro nella stessa ottica e ad accogliere con amore e tenerezza le sue debolezze, le sue uscite da bimbo ferito.

E per fare questo , perchè la trasformazione avvenga bisogna condire il tutto di  amore profondo, rispetto, perseveranza nell’intento, gratitudine per le comprensioni e i passi avanti, ma anche gioia e divertimento!

Lo so c’è tanto da fare,  ma è l’unica via per raggiungere una vera felicità di coppia.

Comincia a piccoli passi, rimanendo focalizzato sul bambino interiore! Il resto arriva da sé !

 

Informazioni su Lisa Cambruzzi

Ciao! Trovi La mia Presentazione alla pagina MI PRESENTO! https://lacascinadellanima.it/lisa-cambruzzi/
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.