Cosa è veramente il dono della preveggenza?

Nel precedente articolo vi ho parlato di alcune  mie previsioni di gioventù , oggi cerchiamo di  capire  cosa è la capacità di prevedere

Vedere il futuro

Cosa è veramente il dono della preveggenza?

La parte Logica

Prima di venire ai fatti odierni  ragioniamo un attimo su cosa  sia questa capacità  di previsione

La prima, e forse  unica componente,  è la capacità di mettere assieme più informazioni  che arrivano in maniera sparpagliata e che creano un’immagine  chiara nella mente.  Niente di forzato, tutto spontaneo.

Quello che mi stupisce di più è che non sia chiaro anche agli altri,  per me è così evidente.

Posso pensare che questa marcata differenza nella comprensione della realtà sia data dal fatto che sono un’ipersensibile e quindi, la mia mente, quando si fa una domanda vede immediatamente mille immagini con tutte le sue sfaccettature. La maggior parte  della gente ragiona in maniera lineare, che è un modo talvolta più utile per le esigenze quotidiane. Per saperne di più potete legger il  mio articolo  Gli ipersensibili

Inoltre quel che mi avvantaggia è che non ho paura del cambiamento o di affrontare  cose nuove, anzi, mi piace  e quindi, non chiudo gli occhi quando riscontro  certe evidenze.

Quei flash di intuizione da un altro mondo

La seconda, forse non sempre presente, è una profonda interconnessione con le anime di tutto il mondo e con quelle del mondo astrale. “ Nessun uomo è un’ isola in questo mondo”. Questo posso dirlo  per le intuizioni della seconda parte della mia vita, nella quale ho ritrovato un sentire  spirituale più profondo.  Ma queste intuizioni le ho viste  anche in mio padre e mia figlia quando era più piccola.

Mio padre ogni tanto ci proibiva  di andare da una parte o dall’altra.  Una volta, ero in quarta elementare, mi disse che non dovevo accompagnare mia mamma a scuola durante la riunione. Ma io volevo giocare con le mie amiche nel cortile  e non lo ascoltai. Le  mie amiche non  c’erano, ma c’erano  due bambini  più grandi di me , che, portatami con una scusa nei sotterranei,  volevano che tirassi giù le mutande. Io resistetti strenuamente e riuscii a liberarmi. Per stizza però mi sbatterono la testa sul cemento. Fu una ferita, quella psicologica, lunga da guarire.

Mio padre, inoltre, aveva sempre mille intuizioni sulla strada da seguire. Sapeva che,  anche  se lo aveva rifiutato per anni, possedeva un certo sesto senso.

Anche la mia streghetta ce l’aveva da piccola:  “ Mamma non parcheggiare la!” mi disse perentoriamente all’età di 3 anni. Io non la  ascoltai e  il giorno dopo mi ritrovai il finestrino rotto.  Ci furono altri episodi simili nel corso degli anni

In entrambi i casi, imparai a tenere molto da conto le loro fulminee premonizioni.

Piccoli flash niente più, solo piccole finestre  di comprensione che per loro  si aprivano ogni tanto.

E, se si parla di questo con le persone, molti riporteranno  sporadiche esperienze simili, solo che spesso non ne parlano perché non vogliono crederci neanche loro o per paura di essere presi per matti. Spesso le rimuovono dalla memoria per poter vivere serenamente  evitando l’inspiegabile.  Capita anche  a voi?

Nel prossimo articolo  vi racconterò  come  si può acquisire questo dono  e quale è stato il mio percorso!

Informazioni su Lisa Cambruzzi

Ciao! Trovi La mia Presentazione alla pagina MI PRESENTO! https://lacascinadellanima.it/lisa-cambruzzi/
Aggiungi ai preferiti : Permalink.