La pandemia: una grande costellazione familare

sole dietro le nuvole

Il parallelo tra il 1920 e il 2020.

Questa mattina ero lì che mi arrovellavo per capire…perché esattamente cento anni dopo su questo pianeta si è instaurata una situazione che ,per le paure che stiamo vivendo, per le costrizioni, per le restrizioni è una situazione così simile a quella che cominciò a instaurarsi nel 1920, dove il fascismo con tutte le sue assurdità stava prendendo piede sconquassando la vita di tutti? E dove la moltitudine era come bloccata  in un incantesimo, comandata a bacchetta, incapace di pensare.

Un’ enorme costellazione familiare

Siccome sono assolutamente convinta che tutto stia accadendo per il meglio, che qualsiasi cosa ci mandi il cielo sia funzionale, stavo ragionando su questo…
E sono stata folgorata da un’idea.. HO CAPITO È TUTTA UN’ENORME COSTELLAZIONE FAMILIARE.

Cosa sono le costellazioni familiari?

Nelle costellazioni familiari attori inconsapevoli percepiscono dell’energia di un sistema e la portano in scena per fare in modo che nodi importanti vengano risolti. Sì, sono attori inconsapevoli perché non conoscono minimamente le persone di cui fanno la parte ma, come per magia nel momento che si chiede loro di sentire i sentimenti verso le altre persone questi li percepiscono chiaramente. Gli amori gli odi le rabbie e le frustrazioni e le incomprensioni tra il loro personaggio e gli altri.
Le costellazioni familiari sono uno strumento di psicoterapia eccezionale create dal grande Bert Hellinger

E vi assicuro sembra tutto assurdo detto così, ma nel momento in cui si prova ne scoprite la magia. Quasi tutti anche se lo fanno per la prima volta entrare subito benissimo in questo flusso di sentire. Solo che normalmente le costellazioni familiari prendono piccoli gruppi di persone, hanno un direttore e la gente sa di essere in una costellazione familiare e di stare lavorando per aiutare una persona.

Perché un’enorme costellazione familiare è necessaria?

La Terra ha una grande ferita da guarire, la cappa pesante creata dal nazismo e tutto quello che ne è arrivato come conseguenza. E’ una ferita profonda che ancora si sente nelle anime delle generazioni attuali.

Ci è data quindi questa grandissima opportunità di provare questi sentimenti e, alla fine,  in maniera catartica credo che il nostro dovere sarà di riparare con parole di amore e di perdono e forse questa così questa grande ferita si rimarginerà e tutti saremo più felici.

Siamo presi a prestito

Questa frase potentissima, che da una spiegazione a tutto quello che ci accade, fu detta da Hellinger proprio osservando le dinamiche in diverse costellazioni tra le anime trapassate di nazisti e ebrei. Osservò che tra di loro nell’aldilà non c’era nessun attrito, anzi complicità. Capisco che immaginare questa dinamica di osservazione possa essere difficile per chi non ha mai fatto una costellazione familiare. Se vi interessasse sapere di più chiedetemelo.

Soffermiamoci invece sul significato della frase ” Siamo presi a prestito”
Le nostre anime, amiche nell’aldilà, perché tutte parti di un uno,  giocano su questa Terra ruoli antagonisti per farci sperimentare diversi sentimenti di separazione quali odio, rabbia, rancore, gelosia  ma anche di amore e perdono.
Questo è spiegato molto bene anche nello scritto di Gregg Braden “La piccola luce e il sole”.

I tempi delle parole di perdono

I tempi delle parole di perdono purtroppo credo devano ancora venire, manca ancora un po’ di sofferenza per capire che stiamo tutti sbagliando in questa grande contrapposizione.

Ma a partire da questa comprensione tutto acquista un senso e forse possiamo cominciamo a lavorare assieme per capire una risoluzione. Ma forse più facilmente tutto verrà da sé.

“Mi dispiace..” è una formula valida in questi casi. Ma chissà forse ci verranno parole ancora più potenti.

Intanto credo sia saggio proteggere i nostri bambini proprio come fece Benigni nel magnifico film ” La vita è bella”. Per sopravvivere a tutta questa situazione  con loro dobbiamo alleggerire, dobbiamo fare finta che sia tutto un gioco.

I paralleli

Non so se serva spiegare quali sono i paralleli.

Credo che se i medici che dovranno agire per obbligare la gente a vaccinarsi si potranno sentire come si sentivano i medici del regime, condannati poi nei processi. E spero avranno anche la possibilità di rifiutarsi, rischiando purtroppo a loro spese  di essere poi esclusi dalla loro professione piuttosto che rinnegare il giuramento di Ippocrate, se il loro percepito è che quello che stanno facendo non è giusto. Io sicuramente lo farei, a costo anche di non mangiare io non dare da mangiare a mia figlia. Non si scherza con la salute delle persone. Di questo sì è poi chiamati a rispondere davanti a Dio e agli uomini.

I poteri alti che stanno facendo eseguire tutto questo a un certo punto speriamo si guardino allo specchio e si rendano conto del fatto che stanno impersonando le energie di mostri passati.

I politici che sono solo dei ridicoli burattini in mano dei poteri forti. Ma non per questo non colpevoli. E speriamo che chiedano perdono al mondo, a Dio, all’universo.

E chi, come è stato un tempo per me, ha la frustrazione da sempre, come rappresentante della razza umana, di avere permesso che tutto questo accadesse senza muovere un dito, potrà riprovare quella frustrazione per poi decidere di agire diversamente. Nessuna ribellione,  ma le opportunità sono sicura verranno. Anche solo non dichiararsi schierati aiuta gli altri a risvegliarsi dall’incantesimo.

Cerchiamo di avere fiducia

Con una grande preghiera all’universo che tutto stia veramente accadendo per il meglio e che tutti noi si riesca a traghettarci fuori da questo periodo con uno spirito rinnovato e pieno di luce, continuiamo a credere che tutto questo sia  un momento difficile ma necessario.

 

Informazioni su Lisa Cambruzzi

Ciao! Trovi La mia Presentazione alla pagina MI PRESENTO! https://lacascinadellanima.it/lisa-cambruzzi/
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.